gallery    exhibitions    news    blog   about me   copyright    contacts
26 settembre 2014
IL TEMPO DEI FOTOGRAFI
 

per la prima volta riunite insieme nell'Esedra di Villa Manin di Passariano (UD) tutte le opere dei cinque progetti tematici 2010-2014 interpretati dai Fotografi del Friuli Venezia Giulia

Mattia BALSAMINI, Valentina BRUNELLO, Monika BULAJ, Guido CECERE, Walter CRISCUOLI, Massimo CRIVELLARI, Sergio CULOT, Ulderica DA POZZO, Maurizio FRULLANI, Cesare GENUZIO, Fabio GIACUZZO, Fabrizio GIRALDI, Arnaldo GRUNDNER, Daniele INDRIGO, Lorella KLUN, Roberto KUSTERLE, Luca LAUREATI, Pierpaolo MITTICA, Mauro PAVIOTTI, Adriano PERINI, Fabio RINALDI, Giancarlo RUPOLO, Mario SILLANI DJERRAHIAN, Sergio SCABAR, Enzo TEDESCHI, Stefano TUBARO

inaugurazione: sabato 27 settembre 2014 h18.00
Villa Manin di Passariano (UD) - Esedra di Levante

mostra aperta fino al 9 novembre
ingresso libero

» GUARDA LA LOCANDINA

evento promosso da Regione Friuli Venezia Giulia - Azienda Speciale Villa Manin
catalogo Punto Marte editore – note critiche di Fabio Amodeo

-------------------------------------------
www.iltempodeifotografi.org
info@iltempodeifotografi.org

 
 
7 giugno 2014
VEDERE OLTRE - 8° simposio fotografico
 

nelle sedi
Galleria Comunale "La Loggia"
Centro Arti Visive "La Castella"
"Ex Prigioni"

I n a u g u r a z i o n e
Piazzetta S. Marco, Motta di Livenza
Sabato 07 Giugno 2014 -­ ore 18.00

Orari Mostre
Ingresso Libero
Sabato, Domenica e Festivi
10.00 / 12.30 -­ 16.00 / 19.30


vedereoltre@gmail.com | www.laloggia.tk

» VOLANTINO MOSTRA

FABIO RINALDI
Uno è almeno due, spesso tre.

Uno è almeno due, spesso tre. Doppio e Molteplice sono le chiavi interpretative che Fabio Rinaldi utilizza nella realizzazione delle sue opere.
L’autoritratto in trittico, in particolare, mostra se stesso:
nel presente, con l’analitica e quasi iperrealistica attenzione data alle linee di espressione disegnate dal tempo sulla propria pelle;
nel passato, attraverso un felice confronto con l’immagine del proprio figlio;
e nel futuro, attraverso la fantasmatica presenta del teschio, testimone certo di una fine che si annida nella nascita di ciascuno.
I ritratti evidenziano la complessità e la verità della visione che l’artista coglie con sapienza tecnica e profondità poetica.
Sui volti dapprima un leggero strato d’argilla tende ad azzerare le specificità fisiognomiche soggettive. Escluso lo sguardo questo intervento allude al velo che copre e nasconde, offrendo un modo esplicito per cogliere l’indispensabile potenzialità comunicativa del volto. A seguire è la maschera vera e propria ad azzerare la comunicazione, per accentuare la lucida  e intensa capacità degli occhi di entrare in contatto profondo, per esprimere più e meglio di molte parole il sentire di ciascuno, la sua autenticità.
Nella serie Il Risveglio si ripresenta quasi in forma di fotogrammi lo stesso uomo a petto nudo, che passa da uno stato quasi inespressivo a un urlo muto, di un’angoscia che sfocia ironicamente in rabbia. Lo spazio intorno è appena accennato pur essendo a colori: uno sfondo patinato chiama in causa il teatro e lo specchio contemporaneamente. In entrambi si assiste alla rappresentazione rallentata di un incontro dell’uomo - con la maschera di se stesso.  L’identità ancora una volta è interpretazione di un ruolo così come la comunicazione di sé è travestimento, svelamento, … mascheramento.

Ogni opera è vanità della vita in cui il tempo agisce liberamente trasformando il volto dell’uomo nell’avventurosa fragilità dell’immagine del presente. Questa la cifra poetica della ricerca di Fabio Rinaldi. Ciascuna foto è una Vanitas, un memento mori che restituisce importanza al presente. Ciascuna è luce sull’istante, è specchio consapevole.

Alessandra Santin                                                             


 
11 gennaio 2014
IMMAGINE RIFLESSA
Presentazione mostra e calendario artistico 2014
ai COLONOS di Villacaccia di Lestizza (ud) 


con opere di

Mattia BALSAMINI, Valentina BRUNELLO, Monika BULAJ, Guido CECERE,
Walter CRISCUOLI, Massimo CRIVELLARI, Sergio CULOT, Ulderica DA POZZO, 
Cesare GENUZIO, Fabio GIACUZZO, Fabrizio GIRALDI, Arnaldo GRUNDNER, 
Daniele INDRIGO, Lorella KLUN, Roberto KUSTERLE, Luca LAUREATI, 
Pierpaolo MITTICA, Mauro PAVIOTTI, Adriano PERINI, Fabio RINALDI, 
Giancarlo RUPOLO, Sergio SCABAR, Enzo TEDESCHI, Stefano TUBARO


progetto sostenuto da 
"Insumiàn - Cantiere aperto di arti contemporanee"
a cura di Angelo Bertani e Federico Rossi per Associazione Culturale Colonos

incontro: domenica 19 gennaio ore 11.00

a seguire "A pranzo con i fotografi" (su prenotazione)

Si rinnova anche quest’anno ai Colonos di Villacaccia di Lestizza, nella data di domenica 19 gennaio, l’appuntamento creativo con il gruppo di Fotografi del Friuli Venezia Giulia che riunisce alcuni tra le personalità più vivaci e riconosciute nei vari campi di quest'arte, tra fotografia di ricerca, reportage, studio accademico, scatti fine-art, documentazione storica, industriale e urbanistica, editoria, pubblicità. Dopo aver esplorato per un triennio i “fondamentali” della loro arte nella trilogia “Fotografare la Fotografia” (2010), “Fotografare la Luce” (2011) e “Fotografare il Tempo” (2012) e aver dialogato con i grandi Maestri della camera oscura e i giovani allievi dell’Accademia di Belle Arti di Venezia sul tema “Vedere meglio” (2013), per il loro nuovo progetto artistico collettivo i Fotografi hanno scelto uno spunto intrigante dal titolo “IMMAGINE RIFLESSA”, rappresentato come sempre da una pluralità di idee ed intuizioni, che rimandano a diverse personalità, esperienze e sensibilità. Mattia Balsamini, Valentina Brunello, Monika Bulaj, Guido Cecere, Walter Criscuoli, Massimo Crivellari, Sergio Culot, Ulderica Da Pozzo, Cesare Genuzio, Fabio Giacuzzo, Fabrizio Giraldi, Arnaldo Grundner, Daniele Indrigo, Lorella Klun, Roberto Kusterle, Luca Laureati, Pierpaolo Mittica, Mauro Paviotti, Adriano Perini, Fabio Rinaldi, Giancarlo Rupolo, Sergio Scabar, Enzo Tedeschi e Stefano Tubaro sono gli autori i cui scatti, riuniti anche quest’anno in un raffinato calendario artistico a tiratura limitata, hanno saputo tradurre in immagini il tema scelto, giocando sulle varie sfumature che accende l’idea della fotografia come “riflesso” - non sempre, né necessariamente oggettivo - della realtà, ma anche lo specifico del mezzo fotografico e il suo rapporto con ciò che rappresentano concetti come “specchio”, “immagine”, “mimesi”.
Particolarmente importante è stato quest’anno il supporto proprio dell’Associazione Culturale Colonos, che oltre ad ospitare spesso il gruppo dei Fotografi offrendo loro stimolanti spazi di condivisione e confronto artistico, ha voluto sostenere direttamente la collettiva attraverso "Insumiàn - Cantiere aperto di arti contemporanee", nuova rassegna curata dal critico Angelo Bertani su impulso di Federico Rossi, operatore culturale e instancabile animatore dell’Associazione, sempre attenta a stimolare il confronto fra arte, tradizione e innovazione. 
L’incontro d’inaugurazione della mostra con le 24 opere originali e il loro approfondimento critico avrà inizio alle ore 11, con l’intervento del giornalista e storico della fotografia Fabio Amodeo.
Quindi, per chi lo desidera, si potrà proseguire la giornata a tavola per un piacevole pranzo in compagnia con menu di stagione, da prenotare ai recapiti dell’agriturismo.
Le opere dei Fotografi resteranno esposte ai Colonos fino al 16 febbraio. Per info: www.colonos.it 

_____________________________________________
Info: Associazione culturale Colonos
Via Giovanni da Udine, 8 - Villacaccia di Lestizza (ud)
tel. 348 1015830 - mail: info@colonos.it
www.colonos.it  prenotazione pranzo: tel. 0432 764912 / 764903 - 339 2796956
 
 
1 dicembre 2013

IMMAGINE RIFLESSA
collettiva fotografica nel foyer del Teatro Verdi di Pordenone

 

dal 7 dicembre 2013 al 10 gennaio 2014
visitabile negli orari di apertura del Teatro, con ingresso libero

vernice: sabato 7 dicembre – ore 11.30
con presentazione del calendario artistico 2014
introduzione a cura di Marco Minuz

con opere di

Mattia BALSAMINI, Valentina BRUNELLO, Monika BULAJ, Guido CECERE, Walter CRISCUOLI, Massimo RIVELLARI, Sergio CULOT, Ulderica DA POZZO, Cesare GENUZIO, Fabio GIACUZZO, Fabrizio GIRALDI, Arnaldo GRUNDNER, Daniele INDRIGO, Lorella KLUN, Roberto KUSTERLE, Luca LAUREATI, Pierpaolo MITTICA, Mauro PAVIOTTI, Adriano PERINI, Fabio RINALDI, Giancarlo RUPOLO, Sergio SCABAR, Enzo TEDESCHI, Stefano TUBARO


Si rinnova anche quest'anno, com'è ormai tradizione da qualche stagione, l'appuntamento del Teatro Verdi di Pordenone con il gruppo di Fotografi del Friuli Venezia Giulia che condivide da tempo un progetto artistico collettivo volto ad esplorare di volta in volta, e con una pluralità di voci, una tematica comune da illustrarsi attraverso una mostra itinerante di 24 opere riunite anche in un calendario artistico di pregevole formato, ormai ambìto dagli appassionati e dai collezionisti d'arte fotografica. "IMMAGINE RIFLESSA" è lo spunto che i Fotografi si sono dati per sviluppare il lavoro dedicato al 2014, che sarà presentato in prima uscita nell'ambito dei "Foyer aperti" del Teatro comunale sabato 7 dicembre alle ore 11.30, per restare quindi in esposizione fino al prossimo 10 gennaio (visitabile negli orari di apertura del Teatro per spettacoli ed eventi, con ingresso libero).
Molte sono le anime e le ispirazioni che caratterizzano il gruppo degli artisti, formato da Mattia Balsamini, Valentina Brunello, Monika Bulaj, Guido Cecere, Walter Criscuoli, Massimo Crivellari, Sergio Culot, Ulderica Da Pozzo, Cesare Genuzio, Fabio Giacuzzo, Fabrizio Giraldi, Arnaldo Grundner, Daniele Indrigo, Lorella Klun, Roberto Kusterle, Luca Laureati, Pierpaolo Mittica, Mauro Paviotti, Adriano Perini, Fabio Rinaldi, Giancarlo Rupolo, Sergio Scabar, Enzo Tedeschi e Stefano Tubaro, anche quest'anno all'opera per tradurre in immagini il tema scelto, ciascuno secondo la propria personalità, esperienza e sensibilità, per un insieme di scatti che rinnova ancora una volta la magia di un'incredibile varietà di declinazioni che riportano a molti modi di "fare fotografia". Si passa infatti dal colore al bianconero, dagli scatti rubati in aree del mondo quasi inaccessibili, seguendo le orme degli autori di reportage, all'immediatezza della street-photography, dalla documentazione di un paesaggio naturale, urbano o industriale al ritratto d'autore fino all'incanto estetico della fotografia d'arte, in pose studiatissime per la scelta e "messa in scena" di soggetti, toni e luci. E proprio per la particolare cifra stilistica della collettiva, nell'inclusione a pieno titolo della fotografia tra le forme d'arte contemporanea, la mostra "Immagine riflessa" è sostenuta e promossa in particolare da "Insumiàn - Cantiere aperto di arti contemporanee", progetto curato dall'Associazione culturale Colonos di Villacaccia di Lestizza, luogo di felice incontro tra artisti e spesso "buen ritiro" dei Fotografi, che lì si danno appuntamento per scambiarsi idee e impressioni o condividere spazi di creatività.
In occasione della vernice della mostra sarà distribuito anche il calendario artistico 2014, a tiratura limitata, realizzato con il prezioso contributo di ADO-Associazione Donatori Organi FVG – sede provinciale di Pordenone, Interlaced di Udine per la selezione colori e prestampa e Grafica Goriziana per la stampa, sull'elegante layout grafico curato da Roberto Duse. Nell'occasione della vernice, introdotta da una presentazione di Marco Minuz, sarà offerto un intermezzo musicale "a tema" curato dal duo Fassetta, con pagine per violino e pianoforte interpretate da Erica e Stefania Fassetta. L'ingresso è libero.

_____________________________________________
Info: Teatro Comunale Giuseppe Verdi
piazza XX settembre - Pordenone
www.comunalegiuseppeverdi.it

 
20 giugno 2013
TRIESTE MAREMORJE VITOVSKA
 

L'APPUNTAMENTO DEL GUSTO DOVE LA VITOVSKA E I RISTORATORI SI INCONTRANO
è un'iniziativa dell'Associazione dei Viticoltori del Carso-Društvo Vinarjev s Krasa
assieme all'Associazione Italiana Sommelier FVG in coorganizzazione con il Comune di Trieste

TRIESTE, SALONE DEGLI INCANTI EX PESCHERIA, 21 - 22 giugno 2013



- Convegno "I GIOVANI E LA VITOVSKA, CUSTODI DELLA NATURA A TRIESTE" con il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, la Regione Friuli Venezia Giulia e l'Università degli Studi di Trieste 
- Degustazioni guidate dall'AIS FVG
- Mostra fotografica di Rinaldi, Dubokovič, Pellizzon
- Libreria dedicata alla letteratura del territorio
- Corner shop con i prodotti del Carso: VITOVSKA, oli extravergini Tergeste Dop, miele, formaggi

Ritorna il 21 e 22 giugno prossimi TRIESTE MAREMORJE VITOVSKA l'annuale appuntamento con il vitigno autoctono più celebre del Carso triestino, goriziano e sloveno. Estesa quest'anno su due serate e ospitata per la prima volta al SALONE DEGLI INCANTI EX-PESCHERIA di Trieste, la settima edizione di TRIESTE MAREMORJE VITOVSKA si offre ai visitatori come una festa del gusto nella quale i profumi e l'eleganza della Vitovska incontrano gli originali abbinamenti nati dall'estro gastronomico e l'amore dei ristoratori per questo territorio.

 
1   2   3